Bellaria intona la nona ed è già in semifinale

Bellaria BasketCastrocaro – E adesso non fermatevi più, ragazzi. Dopo il 2-0 all’International Imola, il Bellaria di Domeniconi non fa sconti neanche alla Pol. ’90 Castrocaro, sbancando il parquet dei termali (68-56 il finale) e chiudendo la serie in due atti. Una vittoria che manda in orbita i biancoblù, prima squadra a strappare il pass per le semifinali ed unica ad infilare un secco 4-0 tra ottavi e quarti play-off. Ora sono 9 le vittorie di fila, nella speranza che la storica striscia (mai Bellaria si era giocato il salto in serie D ai play-off) non s’interrompa proprio sul più bello.
Finisce qui, invece, la positiva stagione della band Saragoni, a cui va un sincero applauso per l’impegno e sportività. Il saluto condiviso con i biancoblù a fine match, in una sorta di terzo tempo rugbistico, è un’immagine che vorremmo vedere più spesso sui campi di pallacanestro.

Tiro a segno Domeniconi conferma il 10 vincente di gara-1, mentre coach Saragoni recupera una pedina importante, il play Leoni. I padroni di casa cercando di sorprendere gli ospiti partendo fortissimo alla caccia del punto che porterebbe la serie di nuovo a Bellaria per gara-3. Del Testa è letteralmente scatenato e punisce con puntualità dall’arco, portando i suoi sul 10-5, ma Bellaria risponde colpo su colpo. Un primo quarto ad alto tasso di adrenalina e spettacolo si chiude sul 20-18, anche se è chiaro che sarà impossibile mantenere certi ritmi per 40′. La band Domeniconi, però, continua a farlo almeno fino all’intervallo lungo con le cosiddette seconde linee, che si rivelano nell’occasione una miniera d’oro per il coach rivierasco. E’ infatti un parziale di 10-2 propiziato dalla coppia di veterani GobbiPellegrini a piazzare il primo serio break della sfida e permettere a Bellaria di andare negli spogliatoi sul +10 (41-31).

Remuntada parziale – Nel terzo quarto, inevitabilmente, le percentuali si abbassano, e se gli ospiti tentano la fuga decisiva (+14), gli uomini di Saragoni non mollano e rimangono tenacemente aggrappati al match (-8). Bellaria perde pian piano fluidità di gioco, mentre i termali, sospinti dal loro lungo Pintaldi, fin lì perfettamente francobollato da Bisco Donati, si riavvicinano pericolosamente fino al -3 (55-52) tornando a sperare nella ‘remuntada’.

Zona e personalità – Ma nella fase più delicata del match, coach Domeniconi azzecca la mossa giusta, ordinando una zona che manda in crisi gli ingranaggi termali. Del Testa e compagni gettano due volte nella spazzatura la palla del -1, dall’altro lato del campo esce fuori tutta la personalità di giocatori come Bisco Donati e Teodorani, che prima serve un pallone d’oro a Vittori, poi va ad ‘incassare’ dalla lunetta (63-56, +7), vanificando l’altrui tentativo di rimonta.
E’ il de profundis della Pol. ’90, costretta al 4° ko stagionale in altrettante sfide; Bellaria, invece, può accomodarsi in poltrona e attendere il nome del prossimo avversario, la vincente di Cà Ossi – San Marino (situazione 1-0, stasera gara-2 a Forlì). L’ultimo ostacolo verso una storica finale Da sogno.

TABELLINO
Pol. ’90 Castrocaro – Bellaria Basket 56 – 68 (18-20, 31-41; 45-53)
Pol. ’90 Castrocaro – Leoni, Pintaldi 14, Del Testa 12, Balzani 4, Ruggeri 11, Baldini 2, Marzocchi 7, Monti 4, Fabbri 2, Goglia. all. Saragoni
Bellaria Basket – Donati Donda 11, Villa 8, Donati Bisco 9, Teodorani 10, Vittori 8, Capanni 8, Calisesi D. 4, Gobbi 6, Rasponi 2, Pellegrini 4 all. Domeniconi

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.