Thaci è il primo premier del Kosovo indipendente

Hashim Thaci, primo premier del KosovoHashim Thaci è il primo premier nella storia ‘ufficiale’ del Kosovo. Questo è il verdetto delle elezioni legislative di dicembre, le prime post-indipendenza (ricordiamo che il neonato paese balcanico è stato riconosciuto soltanto da 42 paesi, tra cui non è compresa la Serbia), dove il leader del Partito democratico del Kosovo (PdK) ha prevalso con il 35% dei consensi sul leader della Lega democratica (Ldk), Isa Mustafa, fermatosi al 25%. Al potere dal 2007, l’ex membro dell’UCK, l’Esercito di Liberazione kosovaro, ha ottenuto il sostegno popolare anche dopo il raggiungimento dello storico traguardo dell’indipendenza.
Il successo del “serpente” (il famoso nome di guerra di Thaci), però, è macchiato da dubbi e inquietanti ombre. Il voto è stato boicottato in massa nel nord a maggioranza serba, mentre tutti i partiti sconfitti hanno denunciato irregolarità e brogli tali da ipotizzare una ripetizione delle elezioni. Ma il premier ha ben altro a cui pensare. Sulla sua testa pendono gravissime accuse: Thaci, durante e dopo la guerra del 1999, avrebbe preso parte a crimini efferati, predisponendo l’espianto di organi a vittime serbe e albanesi. Questo è quel che afferma Dick Marty, il senatore svizzero che ha riportato a galla le memorie dell’ex procuratrice dell’Aja Del Ponte rese pubbliche nel 2008.
Le accuse personali si stagliano su un quadro politico-economico nazionale poco incoraggiante. Unico paese dell’area balcanica tagliato fuori dall’area bianca di Schengen (i cittadini appartenenti all’area, pur non facendo parte dell’UE, possono muoversi all’interno dell’Unione senza visto), ha un tasso di disoccupazione (48%) e povertà (il 45% delle famiglie vive sotto la soglia minima) alle stelle. Inoltre, le rimesse degli emigranti, gli investimenti dall’estero e l’assistenza internazionale sono in calo. L’aumento della spesa pubblica, unica strategia adottata dal governo di Pristina dalla proclamazione di indipendenza del 2008, non basta più. Tra problemi personali e nazionali, riuscirà il “serpente” a risollevare le sorti del neonato Kosovo?

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.