Iaquinta per risolvere il problema gol del Cesena

iaquinta cesenaDopo una lunga e affannata ricerca, i dirigenti bianconeri hanno individuato il nuovo bomber per il Cesena: Vincenzo Iaquinta. Dopo aver incassato il no di Castaignos e Bianchi, la società romagnola ha virato da Pellé, obiettivo iniziale, all’attaccante della Juve, che giunge in riva al Savio in prestito fino a giugno. Una trattativa lampo nella notte che ha visto Campedelli e Minotti soffiare l’attaccante al Novara, un blitz che dovrebbe risolvere (perlomeno nelle speranze di dirigenti e tifosi) l’endemico problema gol in casa bianconera.

262 presenze e 88 gol in Serie A nel curriculum del 33enne attaccante ex Juve e Nazionale a lungo ai margini a Torino chiamato a tirare fuori dalle sabbie mobili il Cesena, sempre più impantanato in zona retrocessione dopo il ko casalingo con l’Atalanta. Un Cavalluccio da sempre asfittico in attacco (appena 13 reti segnate, peggior bocca da fuoco del torneo) che ha così sostituito il deludentissimo Eder (finito alla Sampdoria) regalando un partner degno a Mutu. Ammesso e concesso che le condizioni del bomber calabrese siano migliori rispetto a quelle degli ultimi tempi, visto che l’ultimo ‘regalo’ della Juve – un certo Martinez – si è rivelato più “un pacco” che altro. Ma da lui e anche dall’ex Catania passano le residue speranze di permanenza in A del Cavalluccio.

Dopo Moras, Pudil e Iaquinta, oggi – ultimo giorno della finestra invernale di mercato – i romagnoli tenteranno l’ultimo assalto a Santana del Napoli, mentre Ghezzal pare destinato agli spagnoli del Levante. Mistero su Candreva, per ora la sua cessione è saltata ma il centrocampista ha sempre le valigie pronte.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.