Intervista al dirigente di Marchi Contract, Modena

arredamento contract3 Domande a Maurizio Marchi, dirigente della Marchi Arredamenti, azienda impegnata da quasi 60 anni a portare il vessillo dello stile e della qualità italiane in paesi come Russia, Serbia, Cuba Giappone, Medio Oriente.

1. Quale pensa sia l’elemento vincente della vostra azienda?

Siamo un’azienda di famiglia fondata nel 1952. Da allora, la nostra forza è innanzitutto nel nostro approccio alla progettazione e realizzazione degli arredi di hotel, ristoranti, bar, negozi. Grazie ai nostri esperti di CAD/Cam, analizziamo gli aspetti funzionali dei locali che andremo ad arredare, sia dal punto di vista di chi ci dovrà lavorare, sia di chi dovrà viverli come clienti.

2. Cos’è secondo lei l’arredamento chiavi in mano?

Per rispondere a questa domanda è necessario fare una premessa: siamo convinti che il cliente cerchi un partner oltre che un semplice fornitore. Partendo da questo abbiamo sviluppato un nostro concept di contract che ci permette di proporci come unico interlocutore di riferimento , gestendo tutte le fasi della fornitura, dalla progettazione hotel alla consegna, fino all’assistenza post vendita, e risolvendo ogni problematica di interior design.

3. In questo modo diventate partner e consulenti dei vostri clienti, giusto?

Esatto. L’idea trova concretezza utilizzando la tecnologia: ecco che lo spazio prende vita su un monitor o sulla carta con viste tridimensionali, animazioni realistiche, un mondo pensato con materiali, colori, luci e forme che aspettano di essere realizzate per prendere vita e passare da concetto a realtà.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.