Intervista all’assessore della sanità veneta Luca Coletto

l'assessore alla sanità della regione veneto Luca ColettoIntervista all’assessore della sanità della Regione Veneto dopo il caso degli studenti in gita a Montegrotto a cui sono state negate le cure mediche e le polemiche legate ai tagli alle ASL.

– Entro il 2011 tutti i cittadini della provincia di Verona potranno ottenere il referto medico collegandosi via Internet, evitando le code agli sportelli. Quali sono le (enormi) potenzialità del progetto “Veneto Escape”? Quando verrà esteso a tutta la regione?

– Grande scalpore ha suscitato il caso della guardia medica di Montegrotto che, asserendo di poter curare solo pazienti medici sulla base di una fantomatica legge regionale, si è rifiutato di visitare e prestar soccrso ad un gruppo di studenti emiliani in gita scolastica. Come è potuto accadere un simile episodio? Quali provvedimenti adotterete?

– Luigino Schiavon, presidente del Collegio degli infermieri professionali della provincia di Venezia, ha lanciato una forte denuncia, dichiarando che in molti ospedali veneti non sussistono le “risorse minime per esercitare la professione”, mancanza causata dai recenti tagli alla sanità pubblica regionale. La situazione è realmente così grave?

– Il recente incremento del 5% al tetto di spesa del settore sanitario privato è anche finalizzato, come da lei dichiarato, al “raggiungimento di un tasso di ospedalizzazione del 140 per 1000”. Quando raggiungerete questo importante traguardo?

– La giunta Zaia compie in questi giorni un anno di vita. Come valuta il primo anno di legislatura?

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.