5 domande al Presidente Vicario di Confindustria Puglia Luigi Sportelli

5 domande al Cav. Luigi Sportelli, presidente vicario di Confindustria Puglia, sullo stato di salute delle imprese pugliesi, sul Piano per il Sud e la questione incentivi.

Presidente, purtroppo la crisi attanaglia ancora il mondo delle imprese, specialmente al Sud. Qual è l’attuale stato di salute dell’industria pugliese, sia sul versante produttivo che su quello occupazionale?

Nel recente passato i rapporti tra Confindustria Puglia e sistema camerale sono stati sovente tesi. Il suo doppio incarico di Presidente vicario di Confindustria Puglia e numero uno della Camera di Commercio di Taranto potrebbe finalmente favorire una rinnovata e positiva sinergia. In quali ambiti e come dovrebbero collaborare questi organismi?

Nelle ultime settimane si è parlato molto di razionalizzazione degli incentivi verso le imprese. E’ favorevole ad una riforma del sistema e, in caso positivo, come lo modificherebbe e ottimizzerebbe?

Sul “Piano per il Sud” proposto dal Governo, le posizioni del Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, e del presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, sembrano inconciliabili. Il mondo imprenditoriale pugliese, invece, come giudica il Piano? Quali le questioni più pressanti e urgenti?

Come ribadito a più riprese dal Presidente Emma Marcegaglia, il tessuto delle PMI è stato e sarà sempre la forza del sistema industriale italiano. Le dinamiche globali e le difficoltà degli ultimi anni impongono però alle aziende più piccole di allargare i loro confini e intraprendere un percorso di innovazione e crescita. Quali sono i consigli e forme di sostegno che Confindustria dà al mondo delle PMI?

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.