Intervista a Norberto Ferretti e Lamberto Tacoli

Intervista a Norberto Ferretti5 domande a Norberto Ferretti, presidente e fondatore del Ferretti Group.

– Presidente, dal 1° settembre 2009 al 31 marzo 2010 il suo Gruppo ha già raccolto, come da lei dichiarato, circa il doppio degli ordini rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Un segnale forte che il peggio è ormai alle spalle? Come avete superato questa difficilissima congiuntura?

– Il Gruppo ha attraversato momenti di grande difficoltà nel recente passato. Ha mai pensato di mollare? Cosa l’ha spinta a continuare?

– La cessione dello storico brand Aprea Mare si è conclusa con reciproca soddisfazione delle parti. Quale sono i motivi strategici che l’hanno indotta ad effettuare questa operazione?

– Durante la conferenza inaugurale dell’Ea Sea Show, è stato presentato il vostro ultimo flybridge, Ferretti 800. Un gioiello del mare in cui luminosità e ampiezza degli spazi recitano la parte del leone. Qual è il ‘concept’ di questo yacht?

– Che ne pensa degli incentivi statali ottenuti per la prima volta dal settore della nautica? Saranno sufficienti per superare la crisi?

– Ferretti è da sempre un inesauribile catino di idee e novità. Quali sono i progetti in cantiere?

Intervista a Lamberto Tacoli, amministratore delegato del gruppo Ferretti.

– E’ partito anche quest’anno l’Ea Sea Show di Cattolica, vetrina permanente delle imbarcazioni del Ferretti Group. Qual è l’apprezzamento riscontrato nella clientela e quali i ritorni commerciali propiziati da tale iniziativa?

– Al Cina Boat Show di Shanghai, invece, sono state definite le quattro dealership per la regione cinese, mentre sono previsti massicci investimenti anche in India con il lancio di cinque nuovi prodotti e 40 modelli. Avete dunque puntato forte su questa area: quali opportunità offre il mercato asiatico al settore nautico?

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments

  1. diversificare gli investimenti , costruire un ospedale al di là del mare adriatico con profitti di investimento alti , circa 3% ( al mese )