La Mini diventa Suv e ‘conquista’ la campagna

Mini Cooper S Countryman, la più prestante delle 7 versioni disponibili

Dopo un ‘parto’ lungo due anni, ecco finalmente l’attesissima Mini Countryman. Ideata e mostrata al pubblico sottoforma di vettura concept al Salone di Parigi del 2008 ed evolutasi poi nella più recente Beachcomber Concept, il primo SUV (o meglio, visto il design, crossover) della piccola anglo-tedesca ha debuttato ufficialmente lo scorso marzo al Salone di Ginevra, costituendo una delle novità più succose della manifestazione elvetica. (vedi la PROVA SU STRADA)
Con un nome che richiama alla mente strade sterrate e polverose di campagna, la Countryman è la prima Mini della storia a quattro porte, nonché la più grande in assoluto visti i suoi 4 metri abbondanti di lunghezza (per l’esattezza, 4097 centimetri). Sempre nel segno del quattro, il crossover britannico si dota per la prima volta della trazione integrale ALL4, sistema mutuato dall’xDrive della casa madre BMW che, grazie al controllo elettronico centrale, trasferisce in condizioni di pioggia la coppia dalle ruote posteriori all’asse anteriore fino al 50%. Inevitabilmente vi sono grandi novità anche nella carrozzeria che, pur mantenendo il family feeling Mini, presenta diverse interessanti variazioni rispetto ai modelli classici. Su tutte, spiccano il frontale caratterizzato da una nuova griglia esagonale (con barre orizzontali cromate o nere) e i fari, i quali si estendono sulle fiancate contraddistinte a loro volta da una finestratura alta ed estesa e sbalzi ridotti. Gli interni, invece, sono più fedeli alla tradizione. L’unica differenza rilevante è costituita dal MINI Center Rail, binario centrale in cui si possono posizionare accessori come portatazze e portaoggetti di varia forma e dimensione. Ovviamente, aumenta la spaziosità dell’abitacolo, ora in grado di ospitare cinque persone, anche se la vettura viene consegnata con i sedili posteriori sdoppiati. E’ però possibile disporre, senza alcun costo aggiuntivo, di un divanetto posteriore regolabile a tre posti. La capienza del bagagliaio varia a seconda del posizionamento di tale divano, e può passare da un minimo di 350 litri ad un massimo di 1170.
Sette le varianti disponibili, tutte equipaggiate di serie con cambio manuale a 6 rapporti (le versioni a benzina possono però avere il cambio automatico a 6 velocità Steptronic con paddle al volante), declinate nei due modelli One e Cooper. La One Countryman a benzina monta un propulsore 1.6 da 98 CV e 153 Nm che gli permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 12,7 secondi e di raggiungere i 175 km/h. Consumi ed emissioni si assestano sui 5.9 l/km e 137 g/km di CO2 per un prezzo di listino di 21mila euro. Con 1.650 euro in più potrete avere la One D, versione diesel in cui la potenza sale a 112 CV (270 Nm), la velocità massima tocca i 180 km/h e l’accelerazione 0-100 km/h passa a 10,9 secondi; logicamente, i consumi calano a 4,4 l/100 km e le emissioni a 116 g/km. Sulla stessa linea d’onda la Cooper Countryman D (24.700 euro o 26.400 con trazione integrale), mentre la gemella a benzina sale ulteriormente di tono raggiungendo i 190 km/h (e 10,5 secondi per toccare i 100 km/h) grazie ai suoi 122 CV. Ma il top della gamma è rappresentato dalla Mini Cooper S Countryman (27.400 € e 28.950 € per la ALL4) che, come le più recenti vetture del marchio anglo-tedesco, adotta il nuovo 1.6 turbo 184 CV con turbina twin scroll, iniezione diretta e regolazione automatica dell’alzata delle valvole derivata dal collaudato Valvetronic di BMW. I 184 CV e 240 Nm di coppia offrono prestazioni eccellenti per un piccolo crossover: 215 km/h e 7,6 secondi da 0 a 100 km/h consumando 6,3 l/100 km ed emettendo CO2 pari a 146 g/km.
Con Countryman, quarto modello dello storico e modaiolo brand ora affiliato a Bmw, l’offensiva di Mini è però appena iniziata. Dopo la messa in vendita ufficiale -in Italia bisognerà aspettare il 18 settembre-, infatti, è prevista l’uscita di una coupè e una roadster. Appuntamento al 2011?

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.