Prima H, consigli per gli acquisti

Francesco Rossini il miglior numero uno del torneo

L’arrivo dell’estate significa da sempre tempo di mercato. Di trattative intavolate o soltanto sussurrate, di programmi per la prossima stagione e difficili scelte tecniche. Stiliamo allora qui per voi una sorta di Top 11 del girone H di Prima categoria, un resoconto dei consigli per gli acquisti per la prossima sessione di mercato. Direttori sportivi, armatevi di penna e taccuino e aggiornate la vostra lista della spesa.

PORTA– Tra i numeri uno ha sicuramente dato più spettacolo di tutti, bloccando ben sei calci di rigore. Terrore degli specialisti del dischetto, Francesco Rossini del Corpolò si guadagna la palma di miglior estremo difensore del girone. A fargli compagnia una sicurezza, Giangaspare, protagonista della promozione del Santa Giustina, e Colombi, numero uno del Gambettola.

DIFESA– In un’ipotetica linea a tre, optiamo per elementi di grande esperienza, quel che ci vuole per dirigere un reparto delicato come la retroguardia. Menzione d’obbligo per Giuseppe Frino, leader e simbolo della difesa meno perforata del campionato (quella del Santa Giustina con 19 reti, ndr). L’esperienza di Di Nunzio è risultata indubbiamente fondamentale per la sofferta salvezza arpionata ai play-out dal Sant’Ermete, mentre William Turci ha tenuto in piedi il sogno promozione del Gambettola per almeno mezza stagione.

CENTROCAMPO– In Argentina lo chiamano “volante”, dalle nostre parti semplicemente mediano. Il ruolo di frangiflutti di centrocampo spetta di diritto a Matteo Pacassoni, ottimo interprete della matricola Tre Esse. Sugli esterni, spinta (e anche qualche gol) garantita dalla coppia Golinucci (Gatteo Mare) e Sternini (Nova Secchiano), due classe ’87 destinati prossimamente a salire di categoria. Salto già compiuto con la sua Sammaurese dal talento più cristallino del campionato, Thomas Bonandi. Palcoscenici ben più importanti attendono questo fantasista 20enne dai piedi educati.

ATTACCO– Davanti c’è l’imbarazzo della scelta. La grande sorpresa si chiama sicuramente Luca Palazzi (Montescudo), capocannoniere con 19 sigilli. Il suo feeling con il gol era risaputo, ma alzi la mano chi avrebbe scommesso su di lui per il trono dei cannonieri, dato che il 33enne bomber era reduce da molte stagioni di Seconda. E’ in continua crescita (e nel mirino di molti club) Francesco Rotondi, promettente attaccante classe ’89 fermatosi a quota 12 in questa annata. La terza poltrona va a Michael Angelini, sceso dall’Eccellenza e rilanciatosi alla grande a San Mauro Pascoli, dove è stato la punta di diamante di un attacco stratosferico. Infine, non ve li consigliamo perché ormai li conoscete tutti da immemore tempo: parliamo di Casadei Parlanti e Sossio Aruta. Nonostante le 40 (e più) primavere, Rella e Re Leone hanno fatto come ogni anno le fortune delle proprie squadre (Perticara e Santa Giustina).

TOP 11
Rossini (Corpolò); Turci (Gambettola), Frino (Santa Giustina), Di Nunzio (Sant’Ermete); Pacassoni (Tre Esse Saludecio), Bonandi (Sammaurese), Golinucci (Gatteo Mare), Sternini (Nova Secchiano); Palazzi (Montescudo), Angelini (Sammaurese), Rotondi (Vis Argentina)

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.