Prima H – Gatteo, un primato REALmente stupefacente

Il tecnico del Real Gatteo Cristiano Bracci

Gatteo – “Domenica sera, quando ho guardato la classifica ed ho visto che eravamo primi in solitaria, non potevo credere ai miei occhi”. Niente meglio delle parole del tecnico Cristiano Bracci (nella foto a destra) possono descrivere l’inizio di campionato davvero Real del suo Gatteo. O meglio, riportando ancora le incredule parole del tecnico, “scoppiettante”. Alzi la mano chi avrebbe scommesso un centesimo sul primato solitario della formazione giallorossa dopo tre turni di campionato, nel girone H di Prima categoria. Con tanto di miglior attacco del torneo (7 reti segnate sinora). E invece, nonostante la rivoluzione estiva, lo status di neopromossa e un calendario tutt’altro che agevole, il Real Gatteo guarda tutto dall’alto in basso grazie ai 7 punti messi in cascina. Sperando di rimanere in questa posizione privilegiata il più a lungo possibile. “Il primato solitario era impensabile ad inizio stagione – commenta con orgoglio e un pò di incredulità l’allenatore giallorosso – Dopo l’inizio stentato in coppa, dov’eravamo ancora alla ricerca dei giusti meccanismi, siamo partiti alla grandissima, andando al di là di ogni più rosea aspettativa. Il nostro obiettivo rimane una salvezza tranquilla, ma ora vorremmo confermare questa bellissima posizione di leadership”. Un primo posto che, per altro, è arrivato in modo rocambolesco e inaspettato. Fino all’80’ della difficilissima trasferta di Gambettola, infatti, il Real stava incassando il primo ko stagionale. Poi la strepitosa doppietta in zona Cesarini di Michele Magnani, centrocampista prelevato in estate dal Santa Giustina, ha ribaltato match e classifica, lasciando di sasso la blasonata band Ventrucci. “Abbiamo avuto la forza e voglia di raddrizzare questa partita. Il gol di Canfora in chiusura di primo tempo avrebbe potuto tagliarci le gambe; invece abbiamo reagito creando tante occasioni e credendoci fino alla fine. Il merito è tutto dei ragazzi che non hanno mai mollato. Ora godiamoci questo momento di gloria”.
Tra i segreti di questo primato, oltre all’incessante opera del direttore sportivo Emiliano Vitiello – quest’estate, dopo l’agognato ripescaggio in Prima, ha portato in giallorosso ben 15 volti nuovi- c’è il ritorno in panchina di Bracci. L’allenatore, dopo un paio di stagioni trascorse dietro la scrivania e nel settore giovanile giallorosso, non ha potuto dire di no al richiamo della società. Troppo interessante ed ambizioso, infatti, il progetto pluriennale avviato dal club di Evangelisti: “Quest’estate abbiamo posto le basi per i prossimi anni, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile –rivela Bracci- Questa stagione dovrà essere d’assestamento, poi proveremo a compiere il salto di categoria”. Ma per il futuro ci sarà tempo, il presente parla di un primato da difendere nel prossimo match contro l’altra neopromossa Borghi. “Tutti daranno il 100% contro di noi, visto che ora siamo la capolista –chiude battagliero– Ma noi raddoppieremo gli sforzi per restare in vetta”.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.