Compleanno con il Super Diesel

40 anni fa doveva essere soltanto una Jaguar a quattro ruote motrici con un telaio a longheroni, tre porte, quattro freni a disco e la carrozzeria in alluminio. Una sorta di azzardato esperimento. Poi, col tempo, l’antesignana dei fuoristrada di lusso si è fatta strada, ha ‘resistito’ anche all’ombra di gruppi stranieri (Bmw, Ford, oggi Tata) diventando una vera e propria icona. Da quel lontano 17 giugno 1970 è trascorsa quasi un’epoca, ma Range Rover non ha mai perso il suo smalto. Ha continuato a stupire. E da quel ‘timido’ V8 di 3,5 litri da 135 cv è giunta oggi allo strepitoso LR-TDV8 da 4.4 litri con sistema di turbocompressori sequenziali paralleli e 313 Cv di potenza. Ovvero, il ruggente propulsore che muoverà Range Rover M.Y. 2011, già ribattezzato il ‘super diesel’.

– GUARDA IL VIDEO DELLA PROVA SU STRADA –

Super motore diesel– Il nuovo eccezionale motore è infatti la novità più succosa del Model Year 2011, modello con cui il brand britannico festeggia degnamente lo spegnimento delle 40 candeline. Oltre ai 313 cv e ai 700 nm di coppia, il nuovo cuore pulsante –che sostituisce il LR-TDV8 da 3.6 litri- riduce persino i consumi, toccando la cifra record (per un Range Rover) di 9,38 l/100 km. Calano, come sempre in questi casi, pure le emissioni: -14%. Il segreto? L’inedita trasmissione ZF 8HP70 ad 8 rapporti a controllo elettronico, appositamente tarata dagli ingegneri inglesi per garantire cambi di marcia inavvertibili, grande economia e risposta ultra rapida. Tale accoppiata fa sì che anche le prestazioni del nuovo SUV siano da urlo: accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi e da 80 a 120 km/h in soli 5,1 secondi. Viste le performances, il super diesel è dotato dello stesso sistema frenante di derivazione Brembo montato sul 5 litri LR-V8 Supercharged. Per garantire la potenza frenante adeguata a vetture così prestanti, questo sistema monta anteriormente dischi ventilati da 380 mm –con esclusiva pinza monoblocco in alluminio a sei pistoncini contrapposti- mentre posteriormente usufruisce di dischi ventilati da 365 mm con pinze flottanti a singolo pistoncino.
Migliora anche il pluripremiato Terrain Response, che si arricchisce di alcune importanti novità: il controllo della partenza su sabbia (con l’opzione “Roccia”‘ che garantisce una miglior tenuta su terreni sassosi), il controllo dell’accelerazione in discesa (Gradient Acceleration Control) e l’assistenza alla partenza in salita (Hill Start Assist).

Design– Ritoccato pure il look interno degli abitacoli, dove si trovano ora soglie delle portiere illuminate (opzionali), nuovi comandi della trasmissione (versione diesel) e migliorie nel sistema di intrattenimento a bordo. All’esterno, invece, vi sono nuove griglie e prese d’aria laterali con finitura “Jupiter”, mentre il nuovo Exterior Design Pack permette al cliente di conferire al suo Range Rover un design ulteriormente personalizzato, comprendente nuovi paraurti anteriori e cornici dei fendinebbia in finitura Titan.
Il Model Year 2011 sarà disponibile anche a benzina, versione che conserva il motore LR-V8 Supercharged da 5 litri accoppiato alla trasmissione ZF HP28 a sei rapporti ed erogante 510 Cv con 625 Nm di coppia per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi. Oltre al lancio del nuovo modello –previsto in Italia per settembre– il marchio d’Oltremanica celebrerà i suoi 40 anni con la speciale Autobiography Black 40th Anniversary Limited Edition disponibile fino a 700 unità. Buon compleanno Range Rover.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.