Napolitano a Vinitaly: “Il vino è cultura”

Sono molto impressionato dalla realtà fieristica di Verona e dalla bellezza di Vinitaly e degli stand delle Regioni che ho visitato“. Con queste parole il presidente Giorgio Napolitano ha suggellato la sua storica visita a Vinitaly 2010. Il Capo di Stato ha voluto dar un segnale forte con la sua presenza, sottolineando come la fiera veronese crei “ricchezza e cultura, perché il vino è soprattutto cultura”. “Voi fate grande l’Italia e assieme cerchiamo di far crescere questo Paese. Il vino– ha proseguito Napolitano – è l’emblema delle diversità e unità del Paese. Della sinergia tra questi due elementi abbiamo bisogno, così come della necessità che l’Italia sia unita e faccia sistema in un mondo così cambiato“.
Dalla manifestazione e dalla visita del Presidente è scaturita poi un’affascinante idea: indire un concorso per realizzare la bottiglia commemorativa del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, da presentare ovviamente alla prossima edizione, la 45°, di Vinitaly. Un bel modo per celebrare il vincente connubio tra quello che era chiamato “nettare degli dei” e il Belpaese. Il vino, infatti, rappresenta più di ogni altro prodotto l’unità territoriale del Made in Italy: alzi la mano chi conosce regione o provincia italiana priva di etichette di qualità. E, alla faccia della crisi, il peso del settore vini e spumanti nel surplus commerciale con l’estero ha toccato il massimo storico (3,5%) proprio nell’annus horribilis 2009. Il vino, quindi, se mai vi fossero dubbi, rimane come sempre una delle voci positive della nostra bilancia agroalimentare (siamo i primi esportatori al mondo di vini in bottiglia in quantità+2,7% nel 2009 – e il secondo in valore dopo la Francia) e il portabandiera indiscusso delle nostre eccellenze all’estero. In quest’ottica, la recente “firma del decreto legislativo a tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini” e l’accelerazione dell’iter per l’entrata in vigore della legge promessa da Napolitano a Veronafiere, come ha ricordato Ettore Riello, è “fondamentale per il settore vitivinicolo” e promette di tutelare e favorire ulteriormente questo florido segmento di mercato.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente SEO-SEM Specialist, Copywriter, Web Marketer, Esperto Facebook Ads e Giornalista Pubblicista.

Comments are closed.