Italiani e Social Media, le statistiche del 2019

Facebook è morto e sono scappati tutti su Instagram (?)
Troppe volte, durante corsi, convegni e riunioni con i clienti degli ultimi mesi, discutendo sullo stato di salute dei Social in Italia, il mio interlocutore ha esordito con questa frase: “Ho sentito dire che…
Il “sentito dire” è il peggior nemico di ogni business.
Le sensazioni non contano nulla, lasciamo parlare i dati.

Quali social usano gli italiani?

Il report annuale sullo stato dei Social e messaggistica in Italia di Hootsuite e We Are Social racconta tutta un’altra storia:

  • Facebook rimane la piattaforma con il maggior numero di utenti attivi (31 milioni), seguita da Instagram (19 milioni) e LinkedIn (12 milioni)
  • YouTube rimane la piattaforma più utilizzata dagli italiani (dall’87% degli utenti internet, +25% dal 2018), seguito da WhatsApp (84%; +25%), Facebook (81%; +21%), Instagram (55%; +22%) e Messenger (54%)

italiani iscritti ai social media

Tutte le piattaforme sono cresciute in maniera esponenziale dal 2018. Sia Instagram che il presunto “derelitto” Facebook. Altroché crisi!
La messaggistica va fortissimo e Zuckerberg lo sa, ma non è una sorpresa.

piattaforme social attive italia

Interessante notare come Twitter sia appannaggio degli uomini e Snapchat – a cui, a onor del vero, mancano i dati degli under 16 – delle donne.

Come, quanto e perché li usano?

L’utilizzo medio giornaliero dei social è di 1 ora e 51 minuti, in linea col 2018. Gli italiani spendono 6 ore al giorno su internet, il doppio rispetto al tempo passato davanti alla Tv.

tempo speso social


Dalla composizione demografica del pubblico social italiano, analizzando gli utenti di Facebook, Instagram e Messenger, emerge che la fascia 25-34 è in testa, seguita da 35-44 e 45-54. In poche parole, quelle col maggior potere di spesa. Seguono poi le fasce 18-24 e 55-64.

profilo audience social italia

La Terza Edizione della ricerca “Italiani e Social Media” pubblicata da BlogMeter fornisce invece dati interessanti sul motivo per cui gli italiani usano questi canali.

  • Facebook viene usato per informarsi, insieme a YouTube e Twitter, e per leggere recensioni (aziende di ogni genere siete avvertite!)
  • Su Instagram si seguono Vip e celebrità e si condividono momenti personali
  • YouTube è in cima anche alla classifica dello svago e della ricerca di nuovi stimoli e idee

motivo utilizzo social italiani

Sono attori attivi o passivi?

  • Il 43% degli utenti è passivo: legge i contenuti altrui e non produce di propri
  • Il 35% è attivo, consuma e produce contenuti

come usano social italiani

L’ascesa delle Stories

Un altro dato che non sorprende riguarda l’apprezzamento degli utenti verso il formato più in voga, le Stories.

Secondo l’indagine di Blogmeter, il 32% degli Italiani preferisce guardare Stories anziché leggere un post, percentuale che raggiunge il 52% nella fascia 15-24 anni. Insomma, il connubio Stories e influencer ad oggi funziona alla grande.

E la pubblicità su Facebook e Instagram? Come viene giudicata dagli italiani? Il giudizio sull’advertising è neutro per il 33% degli utenti, mentre la percezione di utilità è cresciuta dal 2018 (+19% per Facebook, +7% per Instagram), segno che le aziende stanno man mano “imparando” ad intercettare in maniera precisa e coinvolgente il proprio pubblico di riferimento.

Al prossimo “sentito dire”, mostra questo articolo e le sue fonti: diffondiamo insieme informazione corretta, ce n’è davvero più che mai bisogno.

Commenta

Michael Vittori
Michael Vittori

Consulente di Web Marketing, Esperto Facebook Ads e Google Ads con un passato da Giornalista Pubblicista. Public speaker e docente presso importanti enti. Autore del libro "Facebook Ads in pratica".

Comments are closed.