Nuove opzioni di targeting B2B su Facebook Ads

Tempo di lettura: 3 minuti

Meta annuncia l’introduzione di nuovi criteri di targeting su Facebook Ads destinati a intercettare e soddisfare le esigenze del mercato B2B. Una bella notizia, visto il continuo restringimento delle maglie degli ultimi anni, tra rimozione di opzioni di targetizzazione fino alla “batosta” sulle custom audience lasciata in eredità dall’arcinoto iOS14.

Queste sono le nuove opzioni di targeting B2B che puoi già selezionare durante la creazione di un pubblico, sia nella tab dedicata di Business Manager, sia durante la configurazione di un gruppo d’inserzioni:

  • IT Decision makers = Decisori IT: comprende persone con un titolo lavorativo che li qualifica come “decision maker” nel settore IT.
  • Business Decision makers = Decisori aziendali: nei settori di ingegneria/informatica, attività operative, risorse umane, strategia e marketing, in base ai loro titoli professionali.
  • Titoli e interessi delle persone che prendono le decisioni nell’azienda: un segmento di pubblico B2B che definisce le persone che sono decisori aziendali in base ai loro titoli professionali e interessi.
  • Amministratori di nuove aziende create negli ultimi 6, 12 o 24 mesi con tre opzioni dedicate e separate.

Dove si trovano questi nuovi pubblici? Quanto sono grandi e come utilizzarli?

Posizionamento e dimensioni dei nuovi pubblici B2B in Italia

I pubblici di “decision makers” si trovano tutti al di sotto dell’opzione Dati demografici > Lavoro > Settori. Puoi ovviamente digitarli nella barra di ricerca per velocizzare l’operazione.

All’apparenza, i target “titoli e interessi che prendono le decisioni in azienda” e “decisori aziendali” parrebbero sovrapporsi e infatti i dati confermano questa sensazione:

Decisori aziendali comprende fino a 7.000 utenti in Italia (18-65+ anni), mentre l’altra opzione arriva fino a 8.400. Ma sommando i due target…

… il totale rimane sempre 8.400! Rimane dunque un mistero il motivo per cui Facebook abbia separato le due opzioni.

Al contrario di quanto si possa pensare, Decisori IT NON è un sotto segmento dei precedenti, bensì un target diverso e persino più amplio: 12.900 persone.

C’è sicuramente una parziale sovrapposizione tra i 3 gruppi, poiché il totale comprende fino a 19.800 persone.

In ogni caso, almeno per quanto riguarda l’Italia, si tratta di cluster estremamente ridotti e specifici. Esattamente la direzione opposta presa e indicata da Facebook stesso dopo iOS 14, ovvero quello di allargare le maglie del targeting per dare maggior libertà e opportunità all’algoritmo.

E gli amministratori di nuove aziende create negli ultimi 6, 12 e 24 mesi? In questo caso il target è infinitamente più grande! Le dimensioni del pubblico stimato vanno da 217.000 a 256.000 persone!

La definizione di questo pubblico B2B è indubbiamente più generica e allargata.

Come usare questi pubblici B2B?

Se è vero che le tre opzioni di decisori appare fin troppo limitata e ristretta, ricorda che da qualche mese Facebook Ads ha introdotto l’espansione di default del target nelle campagne con obiettivi di conversione.
Perciò potrebbe “spingersi” oltre i 19.000 utenti indicati dallo strumento… e rivelarsi quindi un’opzione estremamente utile.

A scopo di test, viste le dimensioni ridotte e le sovrapposizioni, puoi sicuramente accorpare nello stesso pubblico i segmenti relativi ai decision-makers – o se ti rivolgi solo al segmento IT, usare solo i decisori di quel settore -, mentre terrei totalmente separati gli amministratori di nuove aziende.

Buon targeting b2b!

Commenta

Michael Vittori

Consulente di Web Marketing, Esperto Facebook Ads e Google Ads con un passato da Giornalista Pubblicista. Public speaker e docente presso importanti enti. Autore del libro "Facebook Ads in pratica".

Comments are closed.